fbpx

Il nuovo contributo di 500€ per internet e computer del governo nasconde delle insidie?

Il decreto del 7 agosto, Voucher di 500 euro per PC e internet, tanto pubblicizzato dal governo è diventato legge!

E’ riservato alle famiglie con reddito ISEE inferiore ai 20.000 euro annui e consiste in uno sconto sul canone di abbonamento a servizi di connettività Internet a banda ultralarga – in caso di nuove attivazioni di utenze di rete fissa e nella fornitura di un personal computer o tablet.

Tutti quelli che si aspettavano che questo bonus servisse per acquistare un PC o un tablet per la didattica a distanza o lo smart-working, sono rimasti delusi.

Infatti il contributo per l’acquisto di personal computer è erogato solo contestualmente all’attivazione del servizio di connettività internet dagli operatori telefonici!

Le informazioni sugli operatori accreditati e sulle offerte disponibili sono pubblicate sui siti www.infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it

Ulteriori informazioni sull’iniziativa sono pubblicate qui : infos

Secondo Altroconsumo questa iniziativa è una “grave limitazione alla libera scelta del consumatore” con la reintroduzione del bundle tra servizi e device, l’acquisto di un prodotto come un computer o un tablet con la sottoscrizione di un contratto di connettività.

Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne di Altroconsumo, riferisce che c’è il rischio di lock-in, cioè di limitare i fruitori del servizio qualora decidessero di cambiare il fornitore di servizi!

C’è sempre il rovescio della medaglia! 🙁

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: