fbpx

Nel corso del 2020 c'è stato un attacco informatico
ogni 11 secondi...

Un picco incredibile di truffe tramite phishing e ransoware che sono in grado di prendere in ostaggio il tuo computer per chiedere un riscatto per sbloccare oppure non rendere pubblici i tuoi dati.

Nel periodo dell’emergenza Covid, l’Italia è stato il paese con il più alto numero di attacchi hacker dei paesi occidentali.

La Polizia Postale ha comunicato che nei primi sei mesi del 2020, il numero di richieste di ricatti informatici sono aumentati del 390%.

E’ importante sapere che il 36% delle compagnie che hanno scelto di pagare il riscatto ma di queste, una su cinque – pur avendo pagato, non ha recuperato i dati!

Pagare un qualsiasi riscatto è comunque ILLEGALE!

Come mettersi a riparo da questa nuova piaga che mette in scacco anche aziende del calibro di Luxottica, Carraro o Enel con richieste di riscatto milionarie?

Con semplici e piccoli accorgimenti :

  • Prestare attenzione ad aprire mail dubbiose, nel caso non scaricare mai plug-in o allegati strani. Contattare telefonicamente i mittenti o un esperto di informatica prima di aprire contenuti differenti da quelli usuali
  • Tenere sempre un backup dei dati importanti su una unità esterna (possibilmente non visibile direttamente dai pc o da internet) oppure sul cloud.
  • Avere sempre un ottimo Antivirus installato e AGGIORNATO sul tuo computer.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: